Teddy Bob + Beat – Collection (46 volumi) (Cea 1966-1973)

CBR 

Fumetto giovanilistico di ambientazione beat, racconta la storia del figlio “capellone” del capo della polizia, che gira per la cittadina statunitense di Redbay con la fidanzata Paula ed un’allegra compagnia di amici a bordo della sua motocicletta da lui stesso costruita. Sviluppato attraverso storie di impianto giallo, in cui Bob difende i suoi ideali di vita smascherando i colpevoli di ogni tipo di sopruso, ha come costante proprio lo scontro tra il modo di pensare e vivere dei giovani di allora e la mentalità antiquata delle vecchie generazioni.

Le prime uscite hanno carattere più in linea con i fumetti neri classici del periodo (non a caso è pubblicato nello stesso formato libretto di Diabolik), ma in pochi mesi la serie se ne discosta ammorbidendo i toni e prendendo altre strade narrative. Anche l’indole del protagonista cambia, perché mentre all’inizio Bob è in aperto e violento conflitto con tutti gli adulti, padre compreso, in seguito diventa meno istintivo e più ragionatore, utilizzando sempre meno le arti marziali e smettendo anche di tradire la propria fidanzata. E con lui cambia nel tempo anche la cultura abbracciata dalla serie, inizialmente quella beat e in seguito più vicina a quella dei figli dei fiori.

Ideato da Pier Carpi per l’editore Gino Sansoni e creato graficamente da Giorgio Montorio, che si ispirò al Principe Valiant di Hal Foster, Teddy Bob è stato probabilmente il primo fumetto italiano a dare dei giovani dell’epoca una raffigurazione realistica e a presentare il loro modo di pensare in relazione a temi come la droga, la guerra, il razzismo, la violenza, il sesso e la libertà. Accanto alla storia a fumetti, la serie pubblicava nelle sue pagine anche un dizionario delle parole beat e una biografia di cantanti e gruppi musicali. Il successo fu immediato ed enorme, testimoniato non solo dalle vendite lusinghiere ma anche dalla mole di lettere dei lettori che arrivavano in redazione, tutte indirizzate al personaggio protagonista quasi fosse una persona reale.

Dalla seconda metà del 1967 ai primi mesi del 1970 Teddy Bob fu pubblicato anche in Francia in una serie che raccoglieva in ogni numero due storie complete. Dal numero 141 la serie cambia formato e grafica, alternando ristampe di vecchi numeri a storie inedite in cui la componente sessuale era sempre più spiccata. Il cambiamento non riesce però ad attirare nuovi lettori e la testata chiude con il numero 154.

N.B.: per scaricare con meno attese, più velocemente e per poter scaricare files superiori a 100 mb, è sufficiente registrarsi gratuitamente, in pochi secondi, cliccando sui links qui accanto: Filestore / Katfile

Download Links

FileStore / KatFile

https://filecrypt.cc/Container/44535CAF56.html